Cosa sono?

Comites sono organismi rappresentativi della collettività italiana, istituiti con una legge del 1985 e eletti ogni cinque anni dai connazionali residenti all’estero in ciascuna circoscrizione consolare. Il loro ruolo e funzione sono stati poi definiti con la legge successiva n.286 del 2003, che trovate qui in allegato.

I Comites possono ricevere – su precisa richiesta documentata – un contributo (*) annuale dal Ministero degli Affari Esteri (M.A.E.), con il quale, unitamente ad eventuali fondi raccolti in proprio, hanno il compito di:

a) Contribuire (anche attraverso studi e ricerche) ad individuare le esigenze di sviluppo sociale, culturale e civile della comunità di riferimento.

b) Cooperare con l’autorità consolare nella tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare.

c) Promuovere, in collaborazione con l’autorità consolare, le regioni e le autonomie locali italiane, le associazioni operanti nella circoscrizione consolare,  iniziative attinenti alla vita sociale e culturale con particolare attenzione ai giovani, alle pari opportunità, all’assistenza sociale e scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo, allo sport e al tempo libero.

Il Comites di Parigi è composto da 18 membri eletti e 4 membri cooptati, cittadini stranieri di origine italiana proposti dalla rete associativa presente nel territorio consolare e quindi nominati dall’assemblea generale del Comites.

Legge istitutiva Comites

Icone_PDF

 

 

Regolamento applicativo legge

Icone_PDF

 

 

(*) Per il 2016, il contributo M.A.E. e stato di circa 17 mila euro.