IL NUOVO COMITES DI PARIGI 2017

LA LISTA sarà Completata nei prossimi Giorni (APPENA CI ARRIVERANNO TUTTE LE BIOGRAFIE) e Foto

PRESIDENTE: TIZIANA ZALLA

Tiziana Zalla è nata a Roma e vive a Parigi. Ha compiuto gli studi universitari in Italia e in Francia e ha vissuto per studio e lavoro in diversi paesi europei e negli Stati Uniti. Dal 2005 lavora come ricercatrice nell’ambito della psicologia e delle scienze cognitive al CNRS – Centre National de la Recherche Scientifique presso l’Ecole normale supérieure di Parigi. Ha recentemente fondato un’associazione di ricercatori italiani in Francia per promuovere l’inserimento dei giovani studiosi italiani in Francia e all’estero, per avvicinare il mondo della ricerca alla società e alle istituzioni italiane e per sviluppare relazioni con le altre realtà associative italiane che operano in Francia.

NICOLA D’APRILE: SEGRETARIO (membro ESECUTIVO)

Nicola D’Aprile è nato a Noci (Bari) e vive a Parigi. Ingegnere di formazione, ha lavorato in Alcatel Italia dal 1991 al 2002, con permanenze medio/lunghe all’estero: Stoccarda, Anversa e infine Pargi, dove vive dal 1997. Dal 2002 lavora in Sprint come regional program manager. Ha fatto esperienza associativa nell’Azione Cattolica. A Parigi e’ impegnato presso la Missione Cattolica Italiana al servizio della comunita’ italiana locale.

SALVATORE FALCONE: TESORIERE (membro ESECUTIVO)

Salvatore Falcone è nato a Francofonte e vive a Parigi. Da più di 25 anni lavora come professore d’italiano nelle scuole superiori, a Parigi e nella banlieue, con passione e volontà di promuovere lo scambio culturale. Si sente parte integrante della comunità italiana a Parigi, e in tale veste si è sempre impegnato per l’inserimento nel tessuto francese della nuova immigrazione intellettuale dall’Italia. Fa parte dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e dell’associazione “Carlo Giuliani”, associazioni i cui temi principali sono l’antifascismo, l’antirepressione sociale e l’antimafia politica e sociale. Ha deciso di candidarsi perché vorrebbe che i Com.It.Es. funzionassero per uno scopo sociale di emancipazione degli italiani che sono costretti ad abbandonare l’Italia che non riesce ad occupare i talenti che ogni anno escono dalle università, e che per miopia e sete di potere il nostro Paese espelle.

BENEDETTA BODRINI: (membro ESECUTIVO)

Benedetta Bodini è nata a Cremona. Neurologa e ricercatrice, vive a Parigi con suo figlio Enrico da due anni e mezzo. Nel 2002 si laurea in Medicina e Chirurgia all’Università La Sapienza di Roma, dove cinque anni dopo consegue anche la specializzazione in Neurologia. Parte per Londra nel 2006, dove lavora come neurologa al National Hospital for Neurology and Neurosurgery, e contemporaneamente completa il suo dottorato di ricerca sulla patogenesi della sclerosi multipla. Da quando si è trasferita a Parigi, visita i suoi pazienti all’Hopital Pitié-Salpetriere, e continua la sua ricerca all’Institut du Cerveau dell’Université Pierre e Marie Curie. Frequenta attivamente le associazioni italiane a Parigi, è iscritta a Libera France e all’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e fa parte del coordinamento parigino di Sinistra Ecologia e Libertà.

CLAUDIA DONNINI

Claudia Donnini è nata a Genova e vive a Parigi dal 2001. Ha ottenuto una Laurea in Lettere Moderne all’Università di Perugia, un Master I alla Sorbonne Nouvelle e un Master II in Risorse Umane all’IGS a Parigi. Inizia a lavorare a Parigi come insegnante d’italiano nella formazione continua per adulti in azienda e in centri di formazione e culturali. Dal 2002 comincia a collaborare come consulente in mobilità internazionale con l’IERF (Institut Européen Recherche et Formation), che da 20 anni a Parigi si occupa di inserimento, orientamento, formazione di giovani in difficoltà, disoccupati che desiderano professionalizzarsi tramite la mobilità internazionale . Nel 2013, in partenariato con l’IERF crea e dirige l’associazione Aureka che si occupa di sviluppo e sensibilizzazione alla mobilità trasnazionale dei giovani europei diplomati, in cerca di occupazione e persone in reconversione professionale nel quadro di progetti di scambi europei (Erasmus plus, Leonardo, FSE ecc.).

VINCENZO CIRILLO: (membro ESECUTIVO)

Vincenzo Cirillo è nato il 27 luglio 1964 a Casal di Principe (Caserta) e vive a Dijon. Si è specializzato in regia teatrale presso il Teatro Regionale di Firenze. Ha studiato con T. Kantor e J. Grotowski, come allievo assistente regista ha lavorato con Andrzej Wajda, Luca Ronconi e Carmelo Bene. Nel 1996 ha fondato a Pisa la compagnia OmbradiPeter. I suoi spettacoli, in cui è autore dei testi, regista e interprete, sono stati rappresentati in Italia e all’estero in numerosi teatri, centri culturali e festival. Ha pubblicato diversi romanzi in Italia, è autore e regista di trasmissioni televisive per canali toscani e nazionali e nel 2000 è stato direttore artistico del teatro Santa Maria a Monte (Pisa). Come artista visivo ha esposto i suoi lavori in varie città europee. È fondatore, organizzatore e direttore artistico del festival Malastrana di Cascina (Pisa), e del Festival Italiart di Dijon.

FRANCO LOMBARDI

Franco Lombardi è nato a Forlì e vive a Bourges. Ha lavorato per vent’anni in Italia come esperto in gestione dei sistemi informatici. Vive in Francia dal 1997 e lavora come consulente in conservazione preventiva dei beni culturali. Dopo aver ricoperto in Italia funzioni di responsabilità a livello provinciale, regionale e nazionale in seno all’associazione Arci-Nova, è attualmente presidente dell’Association France-Italie du Cher.

 

PATRIZIA FILICI BISSON

Patrizia Felici Bisson è nata a Meaux e vive a Parigi. Ha insegnato per tredici anni alle scuole elementari,  è insegnante di italiano nelle scuole medie. Insieme ad altri giovani di origine friulana, nel 1983 ha creato l’associazione France-Frioul. Con altri maestri delle elementari, nel 1996 ha fondato l’associazione Arlecchino. È inoltre membro dell’associazione dei professori di italiano della regione parigina. Ha deciso di candidarsi perchè vorrebbe che i Com.It.Es. funzionassero in modo trasparente, fondandosi sull’ascolto, la tolleranza, il rispetto e l’uguaglianza tra le persone.